- Ricordo del prof. Francesco Introna junior

Tra i discendenti di Angela Vitulli eminente è la figura di Francesco, in famiglia Franco, anzi Ciccio, Introna junior così da non confonderlo con Francesco Introna senior, suo nonno e marito di Angela Vitulli.

Questa non vuole essere una sua biografia se non nei dati essenziali, ma il ricordo di un uomo di studio e di famiglia di grande spessore.

Franco nasce a Mola il 25 agosto 1925, figlio primogenito di Peppino Introna e Lina Mangini.

Si laurea in Medicina a Bari nel 1949 con 110 e lode e pubblicazione della tesi.

Subisce il fascino della Medicina Legale e segue il Prof. Franchini alla Università di Padova.

Un altro ragazzo del Sud che si trapianta al Nord per sviluppare al meglio le proprie doti.

Parlerà per tutta la vita con una piacevole cadenza veneta sopra una base di accento molese.

A Padova percorre una carriera universitaria ai massimi livelli. Professore Ordinario di Medicina Legale nel 1970, Direttore dell’Istituto, Direttore della scuola di specializzazione, Presidente per lunghi anni della Società Italiana di Medicina Legale, Direttore (e cofondatore) per lunghi anni della Rivista Italiana di Medicina Legale. Benemerito della cultura e medaglia d’oro con decreto del Presidente della Repubblica (1983). 352 pubblicazioni scientifiche e via dicendo.

A Padova incontrò l’amore e si sposò con Lucy Valesio, una biondina molto “veneta”, piena di vita, dolce, affettuosa. Anche Lucy amava Mola e l’estate non mancava di passare insieme a Franco qualche settimana alla Masseria Vitulli in agro di Polignano.

Il 25 agosto, compleanno di Franco, ci trovava tutti, 30 / 40 persone, quasi tutti parenti, alla Masseria, dove non mancavano focacce, pizze rustiche, parmigiane, uva, fichi d’india e quant’altro da bere.

Una delle due foto dei gruppi di famiglia in coda al presente saggio è quella del 25 agosto 1970 alla Masseria per festeggiare la nomina di Franco a Professore Ordinario.

francesco introna junior

Franco in visita alla Masseria dei cugini a Pozzovivo. Estate 2000. foto dell’autore

La moglie Lucy lo aveva lasciato solo nel 2000. Franco ne soffrì moltissimo. La sua casa a Padova era piena dei ricordi di Lucy .

Franco si spense alla fine di ottobre del 2007 a casa sua a Padova.

Nel 2001 spedii a Franco a Padova una copia del presente saggio. Franco, attaccatissimo alle sue origini molesi, mi inviò una lettera affettuosa insieme al decreto di nomina a Professore Emerito (30 marzo 2001) che ho riportato qui sotto:

rosoneIL ROSONE D’ORO

nel numero 61 anno VII gennaio 2008 della Rivista Città Nostra, ricordando Franco Introna, viene detto testualmente:

“Franco Introna era particolarmente ed affettivamente legato al “rosone d’oro”, consegnatogli dal Sindaco Enzo Cristino il 28 settembre 2000 nel corso di una suggestiva cerimonia svoltasi al Teatro Angioino.

Era felice che la città natale, lasciata tanti anni prima per motivi professionali, lo ricordava e lo premiava come molese che si era affermato nel mondo scientifico, dimostrando capacità straordinarie e dando lustro al luogo natio.”

Condividi